Un sondaggio di hockeytime nel frattempo trova il nome a quella che chiamarla squadra era un volo pindarico di fantasia: RHC Monsters Milano. In pochi, anche tra gli stessi monsters, sanno la vera origine di questo nome. Tra i topic sconclusionati di hockeytime, il Doc verso febbraio per canzonare Ste80 un bel giorno fece una domanda: “giovedì arriva l’Asiago, ci starà Ste80”? Non si sa per quale ragione, ma le dimensioni di quella discussione, che tale non era più, prese proporzioni galattiche. Non era più un forum, ma una chat. Qualsiasi cosa passasse per la mente di ogni malato iscritto a hockeytime, finiva nel famoso topic che raggiunse in pochi giorni le 100 pagine. L’invenzione delle cosiddette volate (il centrare il messaggio che nel conteggio finale dava cifra tonda) fece lievitare le dimensioni del topic alla velocità di 10 pagine ogni ora. Al suo interno di tutto di più: dai compiti della figlia di Tich (Monster anche lei per un pomeriggio), ai propri 240/241, passando per barzellette, foto strane, o solo un buongiorno/buonasera., l’“ispezione!!!” mattutina del nostro Webmonster, presidente ad honorem Andy[#1], guai mancasse. Passata la milionesima pagina il topic non poteva che venir considerato un vero e proprio Mostro, da nutrire come un’orrida creatura la mattina appena connessi. Quasi come un figlio per gli internauti/giocatori di Corsico, chiamati a loro volta mostri, per la costanza e la premura nel portare avanti una cosa sostanzialmente inutile.